invecchiamento.jpgIl processo d’invecchiamento comincia dal primo momento della nostra vita, consiste nell’accumulazione dei prodotti di rifiuto non espulsi.

Le cellule si deteriorano a causa dell’accumulo di tossine.

Un famoso fisiologo francese, Alexis Carrel, al Rockefeller Institute for Medical Research, mantenne in vita il cuore di un pollo per circa 28 anni in una soluzione salina (che conteneva minerali nelle stesse proporzioni di quelle del sangue del pollo) che egli rinnovava tutti i giorni.

Nel momento in cui smise di cambiare la soluzione, le cellule del cuore morirono.

Il segreto per cui il cuore sopravvisse per 28 anni sta nel fatto che egli manteneva il fluido extracellulare costante e che eliminava prodotti di rifiuto delle cellule ogni giorno.

Tratto da Intestino libero di Bernard Jensen

Il dott. Alexis Carrel, a questo proposito, diceva:“La cellula è immortale. E’ semplicemente il fluido nella quale galleggia che si degrada. Sostituendo questo fluido ad intervalli regolari, daremo alla cellula ciò che le necessita per nutrirsi e, per quanto ne sappiamo, il pulsare della vita potrà continuare indefinitamente”.

Potete immaginare una casa da cui si eliminano solo il 99,9% dei rifiuti ogni giorno? Nel giro di pochi mesi, accumulando l'1% dei rifiuti ogni giorno, la casa avrebbe un odore orribile. Nel nostro corpo succede la stessa cosa.

Ma cosa sono questi prodotti di rifiuto che si trovano nel nostro corpo? E come facciamo a liberarcene?
Quello che io intendo con “Invertire l’invecchiamento” è ridurre i prodotti di rifiuto, riportandoli ad esempio, nel caso di una persona di 50 anni, ai livelli di una persona di 40 anni o persino più giovane.

Se i rifiuti accumulati non hanno ancora provocato danni irreversibili ai tessuti e agli organi del corpo, le loro funzioni possono anche essere rivitalizzate.

Tratto da Invertire l'invecchiamento di Sang Whang


Causa fondamentale dell'invecchiamento

neonato.jpgPerché l’essere umano invecchia?

Perché consuma i tesori della sua vita, i depositi di sostanze minerali, per neutralizzare grazie ad esse l’aggressività degli acidi.

Con questa continua sottrazione di sostanze minerali dai depositi del cuoio capelluto, dai capelli, dalle ossa, dalle cartilagini e dalle articolazioni sfiorisce la nostra bellezza.

L’invecchiamento del corpo è il progressivo accumulo di scorie e il concomitante esaurimento delle sostanze minerali per neutralizzare gli acidi.

E’ lo svuotamento del corpo che è venuto al mondo “pieno” di sostanze minerali.

Contemporaneamente è un progressivo intaccamento da parte degli acidi di ghiandole e funzioni, fino alla loro perdita totale.

Tratto da La Salute attraverso l'eliminazione delle scorie di Peter Jentschura e Josef Lohkamper

 

Cause fondamentali di quasi tutte le malattie

I giapponesi dichiarano che le cause fondamentali di quasi tutte le malattie sono:

- l’accumulo di acidi nel nostro corpo;

- la scarsa circolazione del sangue;

- un’attività ridotta delle cellule.

Anche un medico statunitense, Robert Young, PhD, autore di Clinical Evaluation of Clinical Alkaline pH Miracle Ionized Water afferma in un video che la sua teoria fondamentale è che esista solo una causa fondamentale per tutte le malattie: l’acidificazione del corpo.

La causa fondamentale di tutte le malattie e dell'invecchiamento è il consumo dei "tesori" della nostra vita, i depositi di sostanze minerali, che vengono consumati per neutralizzare l’aggressività degli acidi presenti nel nostro organismo

Con questa continua sottrazione di sostanze minerali dai depositi del cuoio capelluto, dai capelli, dalle ossa, dalle cartilagini e dalle articolazioni, sfiorisce la nostra bellezza.
L’invecchiamento del corpo è il progressivo accumulo di scorie e il concomitante esaurimento delle sostanze minerali per neutralizzare gli acidi.

E’ lo svuotamento del corpo che è venuto al mondo “pieno” di sostanze minerali. Contemporaneamente è un progressivo intaccamento da parte degli acidi di ghiandole e funzioni, fino alla loro perdita totale.

 

Conseguenze dell'accumulo di acidi nel nostro organismo: disturbi più comuni

Le scorie sono acidi e veleni neutralizzati e successivamente depositati.
La nostra alimentazione innaturale fa sì che l’80-90% dei cibi e delle bevande siano acidi.
La formazione di questi acidi costringe il corpo, per neutralizzarli, a saccheggiare le proprie difese minerali.
I nostri depositi di minerali sono:
- capelli e cuoio capelluto;
- unghie;
- denti;
- pelle;
- ossa;
- vasi sanguigni (vene,arterie);
- cartilagine, capsule, tendini;
- sangue.
Sono queste le colonne su cui poggiano la nostra salute e la nostra bellezza.

Il meccanismo di autoguarigione del corpo cerca sempre di neutralizzare un eccesso di acidi mediante la formazione di sali o scorie, depauperando i propri depositi di sostanze minerali, a cominciare con la decalcificazione (demineralizzazione) delle ossa, delle unghie, dei denti, e del cuoio capelluto. Questo spiegherebbe perché nei giovani si diffondano sempre di più osteoporosi e calvizie.

 

SEGUE >>